Viale Michelangelo 13, 3° piano - 80127 Napoli
Studio 081 2203099 - Mobile 360 265475

Gli integratori (nutraceutici ) possono essere utili nell’ impotenza?

Gli integratori  (nutraceutici ) possono essere utili nell’ impotenza?

Da qualche anno è sempre più diffuso nella società occidentale l’ uso di nutraceutici, i cosiddetti integratori, in moltissime discipline mediche e non solo. Il loro uso a volte indiscriminato soprattutto legato al desiderio di performance sportive o al mondo del fitness può determinare condizioni patologiche le cui sequele possono perdurare, anche dopo sospensione della loro assunzione,  per periodi decisamente lunghi. Ecco perché il loro utilizzo deve essere assolutamente prescritto e controllato dallo specialista. Non solo bisogna conoscere esattamente  gli effetti delle sostanze  utilizzate ma  anche affidarsi a prodotti che siano messi in commercio da aziende certificate ed affidabili diffidando da quelli che vengono proposti in modo indiscriminato dalla rete.

L’ impotenza è una patologia maschile che sempre più viene diagnosticata anche  grazie alla presa di coscienza  dei maschi  che si rivolgono numerosi allo specialista  desiderosi di risolvere rapidamente le loro problematiche erettili con presidi  non  invasivi ed in assenza di  effetti collaterali. I nutraceutici sembrano rispondere  a tutto ciò spesso dopo  una lettura superficiale delle informazioni che sempre più spesso si trovano in rete.

Uso dei nutraceutici per curare l'impotenza

Premesso ciò i nutraceutici sono sicuramente un’ arma in più che l’andrologo può utilizzare nell’ impotenza.  Storicamente il farmaco più utilizzato è quello estratto dalla Red Ginseng, una pianta originaria dell’Asia Orientale ed utilizzata da secoli dalla Medicina Cinese. Esso determina un aumento nel torrente ematico di NO (ossido nitrico) che è fondamentale nei meccanismi dell’erezione.  Anche il Ginko  Biloba, il Fieno Greco, gli aminoacidi L-Arginina e L-Citrullina aumentano l ‘ NO in circolo.

Alcune patologie infiammatorie attraverso la produzione di radicali liberi ed  aumento dell’ ossidazione  possono interferire con una  corretta sessualità maschile. Da qui il possibile  utilizzo di nutraceutici che contengono per esempio lo  Zafferano ed il Tibulus Terrestris.  Anche lo Zinco ed il Selenio e le vitamine del gruppo B (6 – 9 – 12) in stati di carenza degli stessi hanno effetti positivi sul benessere sessuale maschile.  L’ assorbimento del Selenio risulta spesso difficoltoso  attraverso la normale  alimentazione e di contro vi è una perdita di questo elemento attraverso il liquido seminale. Da ciò si evince che la sua supplementazione risulta molto utile anche per un effetto anti-age.

E’ chiaro che come già affermato bisogna avere cautela nel loro utilizzo personalizzando la terapia nutraceutica ed effettuando un corretto follow-up  del paziente.

Richiedi ora un appuntamento
Inserisci il tuo nome
Inserisci il tuo cognome
Inserisci il tuo telefono
Inserisci la tua email
La tua richiesta
Captcha  


 
Studio a Napoli
Viale Michelangelo 13, 3° piano
Mobile 360 265475

Studio a Nola
Via San Paolo Belsito, 87
Mobile 360 265475
Email info@dottoraldomaffucci.it
Segui il Dottor Maffucci su

Facebook Dottor Aldo Maffucci
Tutti i diritti sono riservati © 2018 - Dottor Aldo Maffucci - Realizzato da NapoliWeb S.r.l. - Web Agency Napoli